Minoxidil Solfato, cos’è e come nasce il farmaco.

220

Il Minoxidil è un farmaco approvato per il trattamento della calvizie comune. E’ in grado di fermare la perdita di capelli e di favorirne la crescita.

Nasce negli anni ’80 come farmaco per curare l’ipertensione. In concomitanza con il suo utilizzo vennero osservati fenomeni di ipertricosi che fecero pensare che potesse essere usato per curare la calvizie. Successivamente furono sviluppati farmaci anti-ipertensione di migliore qualità e, a seguito di diversi studi, il Minoxidil iniziò a essere usato contro la calvizie.

La modalità di azione del Minoxidil prevede la sua trasformazione nel suo metabolita attivo, vale a dire il Minoxidil solfato. Tale trasformazione è possibile grazie all’intervento di uno specifico enzima della guaina esterna dei follicoli e nel fegato, il cui nome è sulfotransferasi.

 

Differenze tra Minoxidil solfato e Minoxidil base

Ciò che differenzia il Minoxidil solfato dal Minoxidil base è il diverso peso molecolare. Nello specifico, quello del Minoxidil solfato è 289,3 g/mol mentre quello del Minoxidil base è 209,3 g/mol. Questo significa che il primo è più pesante del secondo circa del 39%.

Questo dato è di notevole importanza se si considera che il peso molecolare è una variabile significativa per quanto riguarda la capacità di assorbimento a livello topico. Dato che il Minoxidil solfato è più pesante, è di più difficile assorbimento.

Tuttavia, i test in vitro hanno mostrato che il Minoxidil base è 14 volte meno efficace di quello solfato.

 

Il Minoxidil solfato è instabile in soluzioni acquose

L’efficacia del Minoxidil solfato dipende molto da come è l’attività degli enzimi sulfotransferasi in ogni singolo individuo. Nello specifico, questo tipo di trattamento può essere efficace nei soggetti in cui tale attività è bassa.

E’ vero che i test in vitro hanno verificato la maggiore efficacia del Minoxidil solfato, ma tali risultati potrebbero non valere per il trattamento della calvizie in uomini e donne a causa di altri fattori. In particolare, il Minoxidil solfato è poco stabile se inserito in soluzioni acquose. Questo, nella prospettiva di un trattamento per calvizie, provocherà maggiori fenomeni di irritazione e ne riduce la biodisponibilità a livello dei follicoli.

 

Una forma di Minoxidil solfato efficace e pratica

Per poter sfruttare al meglio i benefici del Minoxidil solfato si potrebbe scegliere di utilizzarlo con maggiori concentrazioni, fino al 15%, così che si compensi il problema dell’assorbimento. Inoltre, per aggirare anche il problema della sua facile degradazione, lo si potrebbe preparare in volumi ridotti.

In questo modo si potrebbe trarre tutti i benefici possibili dall’efficacia del Minoxidil solfato. Tuttavia, resterebbero i contro effetti di eritema, irritazione e follicolite che, seppur di lieve impatto, sono comunque da tenere in considerazione.

Uno studio messo in atto in Svizzera ha visto un’analisi di 44 persone, maschi e femmine, affetti da diversi gradi di calvizie. A questi soggetti è stato somministrato Minoxidil solfato al 10% a seguito dell’utilizzo di Minoxidil base concentrato al 5% che dopo 6 mesi non aveva dato risultati. Il Minoxidil solfato ha dato i contro effetti sopra citati nel circa il 7% dei casi, mentre il tasso di crescita dei capelli è salito al 97,7%.