Minoxidil sulla barba, può servire per migliorare la crescita dei peli?

139
minoxidil barba

Il Minoxidil e la Finesteride sono gli unici due farmaci approvati dal Food and Drug Administration degli Stati Uniti per il trattamento della calvizie. Tuttavia, il primo di questi due, il Minoxidil, ha cominciato ultimamente a essere associato anche all’idea di un possibile utilizzo per favorire la crescita della barba.

Vedremo di seguito quali spiegazioni dietro tale fenomeno possono confermare che si tratti o meno di un farmaco adatto a questo scopo. Sicuramente, una delle ragioni per cui ci troviamo oggi a porci questo problema sta nella diffusissima moda odierna di portare la barba lunga piuttosto che rasarsela quotidianamente come si usava invece fino a qualche anno fa.

 

Cause del diradamento della barba

Esistono numerose patologie che possono causare fenomeni di diradamento della barba fino ad arrivare, in alcuni casi, a provocare la totale perdita dei peli da questa zona. Non si tratta di un fenomeno raro, tant’è che colpisce anche numerosi personaggi famosi.

Nel caso di queste patologie l’utilizzo di Minoxidil si rivelerebbe comunque inutile. Al contrario, per ciascuna di queste condizioni esistono altri farmaci specifici propriamente finalizzati al loro trattamento.

 

Vediamo di seguito le 3 più frequenti patologie di questo genere:

  • Micosi e funghi, in particolare, in questo caso, la Tinea Barbae.
  • Alopecia areata, cioè una patologia che comporta un attacco dei follicoli da parte del sistema immunitario di chi ne è affetto. Si tratta di una patologia autoimmune che non riguarda solamente la barba, ma può colpire qualsiasi zona del corpo che di norma presenta peli.
  • Dermatite, vale a dire irritazione e desquamazione della pelle dovute a un’infiammazione.

Oltre a queste patologie esiste anche la possibilità che un individuo sia geneticamente poco predisposto a presentare follicoli in quella zona. Anche in questo caso il Minoxidil potrebbe fare ben poco.

 

Il Minoxidil sulla barba funziona davvero?

Il funzionamento del Minoxidil è associato a un utilizzo topico, vale a dire una applicazione locale sulla zona da trattare. Non si tratta quindi di un farmaco sistemico, come è invece la Finasteride. Questo permette al Minoxidil di poter essere utilizzato in diverse aree del corpo continuando a svolgere la medesima funzione svolta sullo scalpo. Se applicato in una zona diversa, agirà sui follicoli di tale zona proprio come agisce su quelli del cuoio capelluto. Per questo si può ben dire che, a meno che non si tratti di specifiche patologie, i Minoxidil può essere un valido aiuto per regalare a una barba diradata un aspetto più pieno e folto.

 

Modalità di azione del Minoxidil sullo scalpo

Il funzionamento del Minoxidil per la cura della calvizie, e anche per il trattamento della barba, è spiegabile a partire da due sue specifiche caratteristiche.

La prima è che il Minoxidili è notoriamente un farmaco vasodilatatore, tant’è che era nato per contrastare l’iperensione. Vasodilatando, favorisce l’afflusso di sangue e la ricezione dei nutrienti da parte dei follicoli.

Inoltre il Minoxidil è in grado di spingere i capelli, o, più in generale, il peli, a restare più a lungo nella fase di crescita attiva (la cosiddetta “fase anagen”). Così facendo i capelli si mantengono più lunghi e robusti.

 

Risultati in prima persona

Data la reperibilità di un solo studio ufficiale a riguardo, alcuni utenti di forum vari hanno scelto di sperimentare in prima persona l’utilizzo del Minoxidil sulla barba per condividere poi online la propria esperienza. Fare ciò è possibile approfittando del fatto che il Minoxidil industriale può essere acquistato in farmacia senza ricetta.

I risultati, in accordo con quanto sostenuto anche da quello studio sopra menzionato e che approfondiremo di seguito, sono promettenti. Di solito risulta necessario continuare l’applicazione per almeno 6 mesi utilizzando il prodotto due volte al giorno per poter assistere a un deciso miglioramento della foltezza della barba.

 

Il Minoxidil è approvato per trattare il diradamento della barba?

La risposta a questa domanda è no. La FDA, l’ente menzionato nel primo paragrafo, non ha infatti approvato il Minoxidil per un utilizzo sul volto. La ragione di questa scelta non sta in una eventuale provata pericolosità di questo genere di utilizzo, ma semplicemente nell’assenza di sufficienti studi volti a garantire la sua totale non dannosità.

 

Studio riguardo il rapporto tra Minoxidil e crescita della barba

Uno dei pochissimi studi che è possibile reperire online a riguardo risale al 2016 ed è stato presentato sull’inglese rivista di dermatologia. Tale studio ha preso in esame 48 uomini tra i venti e i sessanta anni. Questi sono stati divisi in due gruppi. A uno dei due gruppi è stato somministrato Minoxidil al 3% da applicare nella zona della barba due volte al dì in un quantitativo di 0,5 ml a volta, mentre all’altro gruppo è invece stato somministrato un placebo da assumere secondo la stessa modalità. In tutto, l’analisi si è protratta per poco meno di 4 mesi.

 

Effetti collaterali riscontrati

Il gruppo che ha assunto placebo non ha manifestato particolari contro effetti, come era abbastanza logico che fosse, ma è interessante notare che nemmeno l’altro gruppo ne ha manifestati di significativi. Il Minoxidil 3% utilizzato sulla barba durante questo esperimento non ha dato luogo ad alcun problema per chi lo ha assunto, solamente benefici. Sembra quindi si tratti di un farmaco tanto sicuro quanto efficace.

 

Risultati raccolti

I risultati di questo studio sono stati significativamente positivi. I soggetti del gruppo placebo presentavano una situazione praticamente identica a quella iniziale, mentre il gruppo che aveva realmente assunto Minoxidil ha visto crescere molti più peli. A livello quantitativo l’incremento è stato importante, mentre a livello qualitativo non si è registrato un particolare aumento di spessore dei peli.

 

Perplessità dermatologiche riguardo l’utilizzo del Minoxidil sulla barba

Nonostante i promettenti risultati di questo studio, il Minoxidil per la barba continua a essere un farmaco non approvato. Da ciò consegue la mancanza di una terapia appositamente studiata con posologie specifiche e indicazioni su come utilizzarlo al fine di massimizzarne i benefici e minimizzare i possibili contro effetti.

Procedendo a una cura di Minoxidil sulla barba fai da te si può quindi incappare in alcune problematiche legate a uno scorretto utilizzo o a un esagerato dosaggio. Inoltre va sottolineato che il Minoxidil e il glicole nel quale di solito è disciolto sono elementi altissimamente tossici se ingeriti. Dato che l’applicazione di questo prodotto sulla barba prevede di avvicinarsi pericolosamente alla bocca bisogna fare veramente attenzione e avere chiaro in mentre che questa scelta può comportare grossi rischi per la salute.